Il re degli ormoni
Come agisce
Come si misura
Ipogonadismo
Le cause
I sintomi
La diagnosi
Le terapie
I controlli
"Corpore sano"
Psiche e salute
Fattore età

Alcune domande sul testosterone

Scopriamo in 5 domande i segreti del “re degli ormoni”: il testosterone, che primo fra tutti ci tiene in forma, in piedi e… sdraiati, ma in ogni caso pieni di vigore!

Che cos’è il testosterone?

Il testosterone è l’ormone più attivo e importante per l’uomo. Svolge un ruolo cruciale per il benessere maschile, sia per quanto riguarda la psiche che il corpo: dalla motivazione al vigore fisico…passando per la sfera sessuale, tutto ruota intorno a T.

Il livello di testosterone rimane uguale a tutte le età?

Come tutte le cose belle, con il passare degli anni ci saluta anche il testosterone, ma non allarmiamoci perché comunque succede tutto molto lentamente e in ogni caso non “scompare dalla circolazione”! I suoi livelli più che altro diminuiscono gradualmente di circa l’1-2% ogni anno a partire dai 30-35 anni di età, ma possono essere ripristinati con ricorrendo ad una terapia sostitutiva a base di testosterone.

Lo si può prendere a “piacere”?

Assolutamente no! L’ormone “sovrano” del benessere maschile non è una pillola magica che acquistiamo dal primo che passa (in palestra o in Internet). Se non ne abbiamo abbastanza sarà prima di tutto il nostro medico di fiducia a consigliarci. Dopo una visita e diagnosi accurate la terapia più adatta ci verrà prescritta “su misura”. In ogni caso, se avessi già provato a ingurgitare pillole di testosterone, sappi che il tuo fegato lo disattiva al volo! I preparati in pillole contengono derivati sintetici del testosterone che non sempre garantiscono un adeguato assorbimento dell’ormone e inoltre possono provocare effetti collaterali soprattutto a livello del fegato.

Chi è il responsabile del calo del desiderio?

Forse non è solo perché hai mangiato ancora una volta pesante a cena…
Il testosterone gioca un ruolo fondamentale nella tua sfera sessuale, anche se non lo sapevi ha da sempre regolato il tuo desiderio sessuale con tutto quello che seguiva dopo. Il calo della libido viene considerato come uno dei sintomi della diminuzione di testosterone nel sangue. Prova anche con cenette più leggere e “sensuali”, ma non dimenticare di parlarne con il tuo medico: potrà aiutarti più del peperoncino piccante!

Il testosterone influenza l’umore?

Buoni livelli di testosterone contribuiscono a migliorare la condizione sia fisica sia psichica dell’uomo, senza tralasciare gli aspetti legati ad affettività e voglia di fare: motivazione ed energia sono due infatti componenti essenziali per un uomo ed entrambe dipendono anche dal testosterone. L’alterazione dei toni dell’umore, soprattutto quando irritabilità e ansia non ci lasciano più, potrebbe indicare una diminuzione di testosterone. Conoscere gli esatti livelli di testosterone nel sangue consente al medico di valutare se è il caso di ricorrere alla terapia ormonale sostitutiva in modo da garantire il ripristino della forma fisica e mentale.

>>vai all' indice

 
 
 
Scrivici Chi siamo Disclaimer Link utili