A

Aberrazione cromosomica

Alterazione del numero o della morfologia dei cromosomi

Anabolizzante

Che favorisce i processi anabolici. E’ riferito in genere ai derivati del testosterone che esercitano un effetto stimolante sul metabolismo proteico, glucidico e lipidico, sulla sintesi dei globuli rossi e sulla formazione ossea.

Androgeno

Ormone sessuale steroideo che regola lo sviluppo dei caratteri sessuali maschili.

Andropausa

Sul modello della menopausa dovrebbe significare, letteralmente, cessazione dell’attività sessuale dell’uomo, che tuttavia fisiologicamente non si esaurisce mai del tutto, anche se la capacità delle gonadi maschili di produrre ormoni e spermatozoi declina progressivamente. E’ comunemente, ma impropriamente, usata per indicare i mutamenti fisici e psichici che si verificano nella vecchiaia dell’uomo.

Anemia

Carente funzionamento del sistema di trasporto dell’ossigeno ai tessuti per riduzione dell’emoglobina e dell’ematocrito. Si parla di anemia quando i valori di emoglobina sono al di sotto di 13 g/dl nell'uomo e di 12 g/dl nella donna.

Aneuploidie cromosomiche

Presenza di un numero maggiore o minore di cromosomi rispetto a quello che caratterizza la cellula sana.

Aromatasica

Processo che dagli ormoni androgeni (maschili) sintetizza ormoni estrogeni (femminili).

Asse ipotalamo-ipofisi

E’ costituito da alcuni nuclei dell’ipotalamo, i quali secernono ormoni che arrivano all’ipofisi determinando un collegamento tra le due strutture del sistema nervoso centrale.

Torna su

B

BMI (Body Mass Index)

Indice di massa corporea: definito come il rapporto tra il peso corporeo e l'altezza al quadrato. E' un parametro che indica lo stato di peso forma dell'individuo.

Torna su

C

Cariotipo

Si intende la dimensione e la morfologia dei cromosomi di una cellula durante la mitosi.

Cellule di Leydig

Cellule interstiziali poligonali del testicolo localizzate accanto ai tubuli seminiferi. Responsabili della sintesi e secrezione di ormoni androgeni tra cui testosterone.

Cellule di Sertoli

Cellule di sostegno, localizzate nei tubuli seminiferi dei testicoli che hanno la funzione di sostenere gli spermatidi fino a completa maturazione in spermatozoi.

Climaterio

Condizione fisiologica d’involuzione di organi e funzioni fisiche e psichiche correlata con la drastica riduzione dell’attività ormonale dell’ovaio.

Cortisolo

E’ il più importante ormone steroideo dell’organismo umano prodotto dalle ghiandole surrenali. Esso controlla il metabolismo degli zuccheri, dei grassi e delle proteine e interviene nella regolazione della pressione del sangue.

Criptochirdismo

Il testicolo non scende nello scroto, ma rimane nell’addome o nell’inguine. Questa anomalia si presenta in Italia in 3-5 neonati su 100 ed è una delle cause di ipogonadismo. La diagnosi precoce risulta di fondamentale importanza. Nel neonato la terapia si basa sulla stimolazione della produzione di androgeni, che agiscono così sui testicoli, facendoli scendere.

Torna su

D

Disgenesia gonadica

termine che definisce una serie di disturbi relativi al sistema riproduttivo ( Sindrome di Turner, Sindrome di Klinefelter, ermafroditismo vero).

Torna su

E

Ematocrito

Termina che indica il volume, in percentuale, degli elementi corpuscolati in rapporto al plasma. Il valore normale è di 40-45% nell’uomo e di 38-42% nella donna.

Epifisi

Estremità terminale, più o meno ingrossata, delle ossa lunghe.

Estrogeni

ormoni sessuali femminili, prodotti principalmente dalle ovaie. Sono responsabili di promuovere e mantenere lo sviluppo dei caratteri sessuali primari e secondari femminili. Sono presenti in entrambi i sessi anche se nelle donne in età fertile raggiungono concentrazioni sieriche maggiori.

Estrogénico

concernete le sostanze estrogene; più in generale può essere utilizzato con il significato generico di estrogeno.

Torna su

F

Fenotipo

Insieme delle caratteristiche morfologiche e fisiologiche di un individuo che sono espressione della sua costituzione genetica.

FSH- Ormone follicolostimolante

Ormone prodotto dall’ipofisi. Nell’uomo stimola la formazione e la maturazione degli spermatozoi, mentre nella donna provoca lo sviluppo del follicolo ovarico di Graaf.

Torna su

G

GH (Growth Hormone)

Noto come somatotropina o ormone della crescita è un ormone secreto dall'adenoipofisi. Ha la funzione di stimolare la crescita dell'organismo umano.

GnRH

Sigla inglese di Gonadotropin Releasing Hormone (ormone che libera la gonadotropina). Sostanza ormonale prodotta dall’ipotalamo che quando raggiunge l’ipofisi regola la secrezione degli ormoni che stimolano a loro volta le gonadi maschili e femminili (gonadotropine).

Gonadotropina

Nome generico dato agli ormoni capaci di stimolare le gonadi maschili e femminili. Sono prodotti essenzialmente dall’ipofisi (ormone follicolostimolante o FSH e ormone luteinizzante o LH) e dalla placenta (gonadotropina corionica umana).

Torna su

I

IGF-1 (Insulin-like Growth Factor)

E' una somatomedina. Sotto il controllo di GH ha attività anaboliche sull'osso, sulle cartilagini, sul sistema muscolo scheletrico, sulla pelle, sul midollo osseo. Stimola cioè la biosintesi di molecole organiche che servono al nutrimento di tali tessuti.

Iperplasia

Accrescimento dei tessuti di un organo per aumento del numero delle cellule normali che lo compongono.

Ipofisi

Piccola formazione ovoidale situata alla base del cervello, detta anche ghiandola pituitaria. E’ una ghiandola che produce o accumula numerosi ormoni.

Ipospadia

Anomalia congenita maschile in cui il meato urinario ha una posizione differente dalla sua fisiologica alla sommità del glande.

Ipotalamo

Parte basale del cervello a cui è collegata, tramite un peduncolo, l’ipofisi. E’ sede di centri nervosi fondamentali per regolare le funzioni dell’organismo quali termoregolazione, funzioni vegetative, metabolismo, ecc.

Torna su

L

LH – Ormone luteinizzante

E’ una delle due gonadotropine prodotte dall’ipofisi. Nella donna interviene nel proceeso di ovulazione e stimola la sintesi degli estrogeni. Nell’uomo stimola lo sviluppo e l’attività funzionale delle cellule di Leydig deputate alla produzione di testosterone.

Torna su

M

Menopausa

Cessazione definitiva delle mestruazioni dovuta all’esaurimento dell’attività ovarica.

Mosaicismi

La presenza, in uno stesso individuo, di popolazioni di cellule con patrimonio genetico differente.

Torna su

N

nmoli/L

Nanomole per litro di sangue (concentrazione nanomolare), unità di misura della concentrazione di una sostanza in soluzione.

Torna su

O

Osteoporosi

Disturbo quantitativo dell’osso caratterizzato da una riduzione della massa ossea.

Torna su

P

PADAM

Sigla inglese (Partial Androgen Deficiency syndrome in Aging Male) che definisce la sindrome di parziale deficit androgenico legato all’invecchiamento.

Plesso pampiniforme

Rete venosa situata nella fossa iliaca anteriore che origina dai rami venosi testicolari, superficiali e profondi.

Polluzione notturna

Eiaculazione involontaria durante il sonno.

Popper

Nome in gergo per il nitrato di amile (nato come farmaco per il trattamento in passato dei dolori dell’angina pectoris), utilizzato come sostanza stupefacente assunta per via inalatoria per il suo effetto disinibitorio e di stimolazione sessuale, prolungamento dell’orgasmo e distorsione delle percezioni.

PSA – Prostate Specific Antigene, Antigene prostatico specifico

È l’antigene attraverso il quale si valuta il rischio di cancro alla prostata.

Torna su

R

Ritmo circadiano

Fenomeno biologico o processo biochimico che si ripete con un ritmo giornaliero.

Torna su

S

Sella turcica (o fossa ipofisaria)

Depressione (che ricorda l'aspetto di una sella) della parte superiore dell'osso sfenoide, alla base del cranio, che accoglie la ghiandola ipofisi.

SHBG

Sigla inglese di Sex Hormone Binding Globulin (globulina che lega gli ormoni sessuali). E’ una proteina che lega il testosterone. La sua concentrazione aumenta per effetto degli estrogeni e diminuisce per azione del testosterone.

Sindrome di Kallmann

Malattia congenita che comporta la carenza di testosterone. In questa sindrome non vengono rilasciate le gonadotropine GnRH da parte dell’ipotalamo, portando ad una produzione insufficiente di LH e FHS da parte dell’ipofisi. Ciò significa che manca lo stimolo ai testicoli per la secrezione di testosterone e di sperma. Questa anomalia genetica causa anche il mancato sviluppo dell’olfatto (anosmia).

Sindrome di Klinefelter

Malattia congenita che causa ipogonadismo. Si tratta di una variazione del patrimonio genetico del bambino, che presenta tre cromosomi invece di due: XXY invece di XY. Spesso l’aspetto del ragazzo risulta normale, anche se la statura è più alta del resto della famiglia, mentre in un terzo dei casi compaiono sintomi quali: accrescimento del seno, peluria scarsa e testicoli atrofici. Questo è dovuto alla ridotta produzione di ormoni androgeni e di testosterone che comporta spesso sterilità.

Spermatogenesi

Complesso di trasformazioni che portano alla formazione degli spermatozoi

Spermiogramma

Analisi del liquido seminale che permette di valutare quantità e qualità degli spermatozoi

Torna su

T

Terapia scleroembolica

E' una tecnica di trattamento del varicocele che non richiede l'intervento chirurgico. Viene eseguito in anestesia locale.

Testosterone

È il principale ormone sessuale maschile (androgeno), prodotto dalle Cellule di Leydig, nei testicoli. Influisce sullo sviluppo dei caratteri sessuali primari e secondari (barba, peli, abbassamento della voce). Nella vita di un uomo svolge funzioni diverse a seconda dell'età e in particolare stimola lo sviluppo muscolare e scheletrico (effetto anabolizzante).

TSH

Il TSH (Thyroid Stimulating Hormone) - l’ormone tireostimolante - è prodotto dall’ipofisi e svolge un ruolo importante nella funzionalità della tiroide, stimolando la secrezione degli ormoni tiroidei T3 e T4, oltre a favorire l’assorbimento dello iodio, sostanza fondamentale per il benessere della ghiandola tiroidea.

Torna su

V

Varicocele

Dilatazione varicosa delle vene nello scroto. Tra i segni più comuni: dolore sordo al testicolo e senso di pesantezza allo scroto

Torna su