Il re degli ormoni
Come agisce
Come si misura
Ipogonadismo
Le cause
I sintomi
La diagnosi
Le terapie
I controlli
"Corpore sano"
Psiche e salute
Fattore età

Il migliore amico della donna: il ruolo del testosterone nella sessualità femminile

Il testosterone gioca un ruolo chiave anche nella sessualità femminile, non solo in quella maschile. Come nell’uomo, infatti, anche nella donna è il testosterone a stimolare il desiderio sessuale; e proprio ad una riduzione del livello di testosterone – frequente ad esempio in menopausa – viene associato un calo della libido. Ma andiamo con ordine.

Il testosterone viene considerato l’ormone maschile per eccellenza; ma anche le donne ne producono, seppure in quantità minori (circa 10 volte meno dell’uomo). Ed è l’ovaio, il corrispettivo femminile del testicolo, a produrlo, insieme alle ghiandole surrenali. Anche nella donna il testosterone funziona un po’ come un afrodisiaco, stimolando il desiderio e garantendo – insieme a molti altri fattori, di tipo fisico ed emotivo – una vita sessuale soddisfacente. Dal punto di vista fisiologico, la produzione di testosterone è al massimo intorno ai 20 anni, per poi diminuire gradualmente fino alla menopausa, periodo in cui il livello di quest’ormone si riduce del 50%.

Proprio in menopausa, infatti, molte donne registrano un drastico calo del desiderio, oltre a soffrire spesso di depressione, stanchezza e mancanza di energia: tutti questi sintomi vengono associati da numerose ricerche scientifiche alla diminuzione dei livelli di testosterone. La perdita di desiderio sessuale – nota come disturbo da desiderio sessuale ipoattivo (hypoactive sexual desire disorder, HSDD) – è frequente anche nelle donne sottoposte a particolari interventi chirurgici, come la rimozione delle ovaie – che come abbiamo visto sono la “fabbrica” di questo preziosissimo ormone nell’organismo femminile.

Negli ultimi anni stanno destando sempre più interesse le terapie sostitutive del testosterone, che sotto forma di gel o cerotto viene somministrato alle donne in menopausa, soprattutto negli Stati Uniti, per ripristinare la libido e vivere serenamente la propria sessualità in questa delicata fase della vita. Ancora dibattuti, però, i reali benefici, dato che gli effetti collaterali della terapia presentano ancora molti inconvenienti.

Va detto, peraltro, che la sessualità femminile è molto più complessa di quella maschile, ed è per questo che molto spesso i problemi di origine sessuale derivano da una combinazione di più fattori – fisici ed emotivi; ciononostante, è importante sottolineare che anche per la donna e per la sua vita sessuale il testosterone resta un alleato importante.

>>vai all' indice

 
 
 
 
Scrivici Chi siamo Disclaimer Link utili